Il sito visitsaluzzo.it è online in versione Beta! Hai consigli e feedback su come migliorarlo? Scrivici in chat o a info@visitsaluzzo.it

Inverno

Nelle limpide albe invernali il Monviso imbiancato si tinge di rosa. Uno spettacolo breve ma imperdibile un ottimo auspicio per iniziare bene una visita all’Antica capitale del Marchesato!

Ad accogliere i visitatori, soprattutto nelle domeniche di febbraio, ci sono i protagonisti del Carnevale di Saluzzo. Sono la Castellana e Ciaferlin, una affascinante dama della corte marchionale e un simpatico paesano sempre disposto agli scherzi. 

Ogni anno viene organizzata anche la sfilata dei carri allegorici con creazioni in cartapesta e carri decorati con il prodotto principale del Saluzzese, la frutta. 

La città è un centro commerciale naturale all’aperto. Sono centinaia gli eleganti negozi nei quali trovare il regalo giusto per Natale o per approfittare della stagione dei saldi. E’ bello passeggiare nel “salotto” pedonale di corso Italia per ammirare le vetrine! Tra un negozio e l’altro, è d’obbligo rinfrancarsi con una cioccolata calda in uno dei numerosi caffè del centro, magari insieme a un cioccolatino “saluzzese al rhum” o alle tipiche paste di meliga secche. 

Tra l’inizio dell’inverno e l’Epifania, nelle mattinate di sole, si può assistere ad un fenomeno unico e misterioso: l’ombra della Torre civica raggiunge il campanile di San Giovanni fino a combaciarvi perfettamente. Un caso oppure un voluto omaggio che gli antichi abitanti della città, con il loro simbolo, intendevano rendere al Cristo appena nato? Cercate anche voi di scoprirlo ammirando questa “danza delle ombre”!

Molto sentite sono le celebrazioni per la Giornata della Memoria, che il 27 gennaio di ogni anno ricorda le vittime della shoah e i deportati per motivi politici durante l’occupazione nazi-fascista.  In questa occasione si tiene una partecipata commemorazione e sono aperti al pubblico l’antica sinagoga e il cimitero israelitico.

La comunità ebraica di Saluzzo è stata fra le più colpite dalle deportazioni naziste della Seconda guerra mondiale: 27 persone furono deportate verso i campi di concentramento nazisti.

Nessuno di loro fece ritorno.

Visit Saluzzo

Visit Saluzzo è il punto di riferimento per scoprire Saluzzo e i suoi dintorni: arte, cultura, enogastronomia ed eventi ai piedi del Monviso.

Chat!
Chatta con l'ufficio del Turismo Saluzzo