San Giovanni: un fine settimana da vivere a Saluzzo

Domenica 26 giugno la città ospita nel centro storico e sulla collina l’«International under 18 Mountain running cup». Gli eventi del campionato mondiale di corsa in montagna per under 18 sono al via già sabato (25) con una sfilata dei corridori e delle varie compagini nazionali per le strade del centro.

Gli atleti provengono da Italia, Bulgaria, Galles, Francia, Inghilterra, Irlanda, Irlanda del Nord, Polonia, Scozia, Sierra Leone, Slovenia, Stati Uniti.

Saluzzo avrà un “respiro” internazionale ed è pronta ad accogliere visitatori, appassionati e curiosi anche per la classica “gita fuori porta”, in occasione proprio di San Giovanni che regala agli abitanti di Torino (e agli altri comuni con il medesimo patrono) un “ponte” di tre giorni.

Saluzzo è una meta da scoprire a 1 ora di auto dal capoluogo regionale, un borgo medievale che affascina per la storia e per la bellezza delle montagne che la circondano, con al centro la montagna simbolo del Piemonte, il Monviso. Fuori dalle “classiche” rotte dei weekend, negli anni scorsi era stata indicata dal quotidiano «Usa Today» come uno dei siti a livello italiano da scoprire prima dell’arrivo del turismo di massa, dove si respira aria buona, si mangia e beve bene e non si rischia di restare in coda al ritorno dalla Liguria o scendendo dalle Valli olimpiche.

Un’occasione, inoltre, per assaggiare le ricette tipiche del territorio come gli antipasti della tradizione, le ravioles della valle Varaita (caratteristici gnocchi allungati con toma fresca nell’impasto), le carni e i vini che contraddistinguono le Terre del Monviso rispetto ad altre aree conosciute al “grande pubblico” come Langhe, Roero e Monferrato.

Dopo la sfilata di sabato, le gare di corsa occuperanno tutta la domenica mattina. Grande festa finale alle 18 in piazza Vineis per le premiazioni.

Lo sport è solamente uno dei modi di “respirare” una Saluzzo internazionale durante il fine settimana.


Venerdì 24, nella splendida chiesa gotica intitolata proprio a San Giovanni, edificio che è uno dei gioielli medievali del centro storico, alle 21 si terrà il concerto finale del percorso formativo «Obiettivo orchestra».

Si tratta di un percorso formativo che ha coinvolto 47 giovani (20-26 anni) dall’Italia e anche da Paesi esteri come Giappone, Venezuela e la vicina Francia. Da novembre hanno frequentato lezioni alla «Fondazione Scuola Apm», una delle eccellenze formative saluzzesi, di questo corso di perfezionamento post diploma organizzato in collaborazione con la Filarmonica del Teatro Regio di Torino.
A dirigere «Obiettivo orchestra» è il mastro maestro Donato Renzetti, direttore artistico del Teatro di Genova, già direttore alla Scala e nei più prestigiosi palchi a livello mondiale e tra i “più grandi” in attività a livello italiano.
Questi musicisti che rappresentano il futuro della musica classica italiana eseguiranno brani di Tchaikovsky, Rossini e Britten (Ingresso libero su prenotazione al numero 0175 47031).


Grande musica anche sabato 25 nel pittoresco parco di Villa Belvedere, sulla collina della città. Dalle 21 concerto monografico «Enrico Correggia, gli spazi immaginari», con la partecipazione e la collaborazione dell’artista Ugo Giletta.

Info: info@villabelvedereradicati.it


Il 24 giugno non è la festa patronale di Saluzzo (che celebra il martire tebeo San Chiaffredo il 7 settembre), ma per la storia dell’Antica capitale del Marchesato è una data significativa: quel giorno del 1789 nella casa di famiglia in piazzetta dei Mondagli, basso centro storico, venne alla luce Silvio Pellico, scrittore, drammaturgo, patriota.

In onore del Pellico, la cui statua è nella piazza centrale e “salotto” cittadino, per i 233 anni dalla sua nascita, visita guidata alla casa-museo, accompagnata da una merenda preparata e curata nel dettaglio dallo chef del ristorante «Casa Pellico» (che si trova nello stesso immobile). Il ritrovo è alle 16. Il costo è 12 euro, under 10 anni 7 euro. Per info e prenotazioni: musa@itur.it o 800 942241.


Domenica 26, svago intrigante per bambini e famiglie, al museo civico «Casa Cavassa». Per scoprire le stanze dell’antica casa rinascimentale, appuntamento con una divertente caccia al tesoro, in particolare per piccoli da 4 a 10 anni. Verranno raccontati curiosi aneddoti sui proprietari delle antiche dimore e sulle opere esposte nei musei, stimolando i partecipanti ad osservare i dettagli per divertirsi imparando. Il costo è 3 euro a bambino, ingresso ridotto al museo di «Casa Cavassa» per gli accompagnatori. Il ritrovo è alle 16 alla biglietteria del museo in via San Giovanni 5.

Info e prenotazioni: musakids@itur.it o 800942241.

Visit Saluzzo

Visit Saluzzo è il punto di riferimento per scoprire Saluzzo e i suoi dintorni: arte, cultura, enogastronomia ed eventi ai piedi del Monviso.

Chat!
Chatta con l'ufficio del Turismo Saluzzo